Stefania Chiarini: un evento è un canale di comunicazione e marketing


OGGI OSPITIAMO

Stefania Chiarini

(Ceo di Ewe Events and Wedding Styles and Communication)

La meraviglia è ciò che riusciamo a comunicare


Su BlogAlMente il portale che fa dell’innovazione il suo “claim” primario, non poteva mancare un ospite di questa portata e sto parlando di Stefania Chiarini, Digital Content Creator e Ceo Founder di Ewe Events & Wedding Styles and Communication, che fa della vision innovativa il suo cavallo di battaglia sin dalla prime battute della sua attività. 

Con Stefania avremo modo di parlare non solo di eventi ma anche di tutte quelle categorie che fanno parte al suo range di lavoro, come: matrimoni, personal shopper, ed anche una Bon Ton Stylist. Una professionista a tutto tondo che fa parlare di sé grazie al suo lavoro e lo fa cercando di essere costantemente aggiornata e pronta a dire la sua nonostante i social, e l’ambiente di lavoro cambi continuamente.

Lei guarda tutto con quell’aria di “Meraviglia” che la contraddistingue e che fa parte al suo carattere. Riesce a trovare il bello, inteso come concetto in ogni cosa. E qui mi vengono in mente le definizioni che noi tutti conosciamo sul concetto di “meraviglia”, come: 

La meraviglia è propria della natura del filosofo; e la filosofia non si origina altro che dallo stupore.
-Platone-

Ora non voglio rubarti altro tempo 

e inizio a farti conoscere la mia ospite.   


Intanto chi è Stefania Chiarini?

Stefania Chiarini cerca il suo sito da qui  cercala su Instagram da qui cercala su Facebook da qui.


Stefani Chiarini Digital Content Creator e Cedo di Ewe Events and Wedding Styles and Communication

Ora andiamo a conoscerla meglio!


ECCO DI COSA ABBIAMO DISCUSSO

D- Ciao e benvenuta su BM – Digital Solution. Sei pronta a raccontarci qualcosa su di te? Dacci qualche notizia?

Ciao Alessandro e grazie per avermi ospitato su questo tuo, devo dire, fantastico blog. 

Guarda, credo che alla tua domanda non possa rispondere dicendoti due o tre cose, buttate li a caso, ma sarebbe più opportuno raccontarti e raccontare a chi leggerà l’articolo, veramente la mia storia, la mia crescita e soprattutto su cosa ho deciso di puntare per dare vita al mio “Mindset”, così si potranno avere spunti ulteriori. Dicevo, la mia storia. Sono partita a muovermi nel mondo del lavoro come “Giornalista” e per qualche anno sono stata “Giornalista Freelance”. 

Ho collaborato con alcune testate giornalistiche tra cui il Corriere della Sera. Questo periodo mi ha insegnato ad amare qualsiasi forma di racconto e di scrittura. Abbinai a questa mia passione per l’arte creativa tra pensiero e penna, con dei corsi specialistici per migliorare le mie conoscenze anche nel settore del marketing. Ho anche frequentato dei “Master” che oggi mi danno la possibilità di muovermi con successo in questo settore. 

Così mi sono trovata, circa 10 anni fa ad avviare Ewe Evenst and Weddings Styles and Communication che sarebbe il collante di tutte queste informazioni acquisite. Un ente che lavora a Parma, in Emilia Romagna, e a Milano, in Lombardia. Ma quel lato di giornalismo non è stato del tutto abbandonato, e lo porto sempre come in ogni cosa che faccio. Questo tipo di lavoro, presuppone, come avrai ben capito, una base giornalistica, che a me è servita per essere a oggi una “Digital Content Creator”. 

Avere una base giornalistica è fondamentale, a mio avviso, se si vuole creare un proprio percorso all’interno del mercato digitale. Detto questo, la mia agenzia non si occupa solo di eventi ma anche di: comunicazione digitale, social media manager, digital creator content, wedding, bon ton, personal shopper. Abbiamo, servizi diversificati anche per cercare di venir incontro alle esigenze dei nostri clienti. I nostri clienti, apprezzano molto quanto noi facciamo e per me e le mie collaboratrici, è un vero motivo di orgoglio. Tra l’altro mi avvolgo solo di “Professionisti” di ogni settore trattato.  

Il nostro metodo, poi lo giriamo agli studenti come nel caso degli stagisti che vengono da noi, a studiare i nostri corsi. Studenti che una volta formati, possono diventare nostri stretti collaboratori. Credo e crediamo fermamente che alla base di ogni azione ci deve essere una giusta formazione alle spalle. Noi siamo in grado di darla e siamo felici, e sono felice, se questa formazione si tramuta in un lavoro con noi e con altri enti.  

D- Cosa dobbiamo fare “Stefania”, per organizzare bene un evento? Quali mosse possiamo seguire?

Nell’ampio ventaglio di tipologie di eventi che un’agenzia professionale può realizzare, c’è ne sono tantissimi, tutti come anche il “Matrimonio”, seguono le stesse regole. Regole fondamentali per riuscire ad avviare un evento che conserva ancora l’idea del cliente, quando ha deciso di contattare l’agenzia “X” per iniziare ad avviare l’organizzazione del tutto. 

Ciò è importantissimo perché, significa che il cliente ha deciso di darti le “chiavi” del suo progetto, della sua idea, e crede ciecamente che tu saprai come realizzarlo. Questo tipo di discorso, vale sia per eventi “Corporate” e sia per eventi “Consumer”. 

Quindi cosa bisogna fare realmente? 

Principalmente bisogna far vedere il grado di attenzione che mettiamo nell’organizzare un evento, quanto siamo precisi nel dare e reperire informazioni e soprattutto quanto ci teniamo a verificare e controllare ogni piccolo dettaglio. Credo che può essere anche allargato, questo concetto, anche agli altri tipi di eventi e di attività.

D- Rimanendo sempre in tema di “eventi”, esistono delle tecniche consolidate che ci permettono di riuscire ad avere successo nell’organizzarli? Valgono anche per il settore Wedding?

Per ogni settore che si rispetti, esistono tecniche o strategie che possano darci una mano a realizzare al meglio il nostro evento. Ciò che accomuna ogni tipo di evento, non è solo ciò che ho ricordato alla tua precedente domanda, ma ci sono altri aspetti. Infatti, un evento è essenzialmente anche un canale comunicativo e di marketing. In base a questa dicotomia, puoi realizzare strategie inclini anche ai tuoi obiettivi. 

Le 5 P del Marketing


Tuttavia, anche nei corsi che attivo con la mia agenzia, ripeto spesso che per avviare un evento fatto per bene, bisogna utilizzare la classica teoria delle 5P del marketing, che come sai benissimo sono: Product, Place, Price, Promotion, People

Questi elementi ci aiutano a gestire le informazioni su cui puntate per far rendere al meglio l’evento da pianificare e organizzare. Elementi che vanno uniti al target per quel specifico evento come nel caso del settore matrimoni. Si cerca di trovare il modo per soddisfare il bisogno del cliente e a questo punto è fondamentale capire che tipo di messaggio vuole dare e che tipo di promozione vuole avviare. Una  volta che si hanno queste risposte specifiche si può iniziare a lavorare al percorso scelto. 

Non va tralasciato che ciò che andremo a fare non deve piacere a noi, al nostro occhio, o a noi personalmente, ma deve piacere e soddisfare il cliente e  bisogna rispettare sempre il target di riferimento che generalmente nei matrimoni sono gli “Sposi” e i loro invitati e generalmente il loro obiettivo è quello di mettere a proprio agio quest’ultimi, rispettando sempre le idee e la vision del cliente. Non bisogna improvvisarsi a creare eventi per i propri clienti ma bisogna attenersi a delle regole che non sono scritte su un “Vademecum” da comandamenti, ma sono delle regole “Aure” per far crescere la tua attività.

D- Con la tua attività, organizzi corsi sul marketing, sulla comunicazione e su come gestire i social media. Per questo, ti chiedo, è veramente così semplice, crearsi una propria attività dal nulla?

Allora, crearsi un’attività dal nulla mi pare pressoché impossibile e quelli che ti fanno credere ciò, credo che lascino il tempo che trovano. Voglio dire, non bisogna dargli retta.

 Infatti per lanciare una propria attività, sia che si parli di marketing, e sia che si parli di eventi, si ha bisogno di tanto studio, di tanta formazione e sicuramente di tanta costanza nel corso del tempo. Uno degli elementi che consiglio sempre, è quello di non smettere mai di aggiornarsi e di ricercare nuove fonti informative. Questo permette di trovare sempre notizie e argomenti che possano essere utili al nostro miglioramento. D’altronde già nell’antichità, ci hanno insegnato che la sapienza non risiede tra chi si sente candidamente appagato dalla sua saggezza, ma tra chi non si sente affatto sapiente. 

Socrate, l’uomo tra i giusti, così fu definito, lasciò ai posteri la frase: “Il sapiente è colui che sa di non sapere”. 

Noi dobbiamo partire da questo concetto e farlo nostro, ogni giorno, ogni istante, ogni momento. Bisogna essere sempre all’avanguardia ed essere aggiornati su tutto. 

Nel mio caso per aumentare le mie competenze ho anche una certificazione Blueprint (programmi di formazione e certificazioni che ti aiutano a fare marketing) di Facebook e Instagram. Certificazione che differenzia la mia attività rispetto ai competitor presenti nel mercato. 

Anche sui social non si può improvvisare nello scrivere post a caso, ma anche lì ci sono delle regole ferree che permettono di aumentare la visibilità di una pagina. Ci sono metodi che fanno in modo che il tuo cliente, può comprendere tu quanto vali perché conosci la materia in oggetto. Su ciò devi puntare. Conoscere la materia che tratti è la prima mossa per crearti una tua rete in ogni settore professionale. Insomma, bisogna essere sempre professionali e spiegare le proprie competenze per farli comprendere all’interlocutore.

D- Ci vuoi parlare adesso dei tuoi progetti futuri? Come possiamo seguirti?

Partirei con dirvi come mi potete seguire. Mi trovate su Facebook e su Instagram sia con un mio profilo personale e sia con quello legato alla mia agenzia. Mentre per quanto riguarda il mio brand, lascio il link del sito ufficiale http://www.ewevents.it/

Per quanto concerne i progetti futuri, il mio primo obiettivo è quello di migliorare sempre le mie competenze personali per accrescere il mio bagaglio professionale. Un altro obiettivo che inserisco sempre tra le trand topic da fare tra le mie competenze, è creare nuove collaborazioni con professionisti del settore che possano migliorare la mia professionalità.


Grazie alla presenza di Stefania Chiarini siamo riusciti a discutere di argomenti che spesso non vengono considerati affini al digital marketing e spesso sono uniti a concetti merceologici che lasciano il tempo che trovano. 

Ma Stefania ci ha insegnato che non bisogna vivere di luoghi comuni soprattutto nel mercato digitale ma bisogna cercare di creare risorse e strategie in base agli obiettivi che ci siamo prefissati. Strategie che devono essere inclini alla nostra attività o a ciò che dobbiamo fare ma tecnicamente ci devono distinguere dai nostri competitor o presunti tali.   

Grazie per aver accettato di dire la tua tra i membri selezionati da BM per la sezione "Lab Solution”.


i

Ti invito, qualora non l'avessi ancora fatto, a "REGISTRARTI GRATUTIAMENTE" 👇 Cerca il tasto "Iscriviti" e segui la procedura per la tua iscrizione gratuita!