Giuseppe Termo: La formazione è alla base della tua crescita...


OGGI OSPITIAMO

GIUSEPPE TERMO

(FORMATORE INFORMATICO E CEO DI HS-CONCEPTS)

La formazione è alla base della tua crescita

Nell'intervista di oggi andremo a discutere di un argomento molto incline con chi si occupa  di marketing o di crescita personale anche sui social media. In questo viaggio, mi farò aiutare da Giuseppe Termo, Formatore Informatico e Ceo di HS- Concepts

Prima di andare a leggere le risposte che sono il collante di questa mia intervista, ci tengo a precisare alcune cose! 

La "Formazione" è veramente alla base di ogni tipo di concept e senza di essa potremmo essere umanoidi definiti in filosofia, "Tabula Rasa". Saremo senza nulla e non avremo  modo di migliorare le competenze in più campi professionali. Competenze che a volte raccontano il percorso, la strada, la via, che si è fatto sino a quel momento, 

Detto ciò, non possiamo sentirci tecnicamente professionisti di tutto se non siamo in grado neanche di fare una sola cosa giusta e soprattutto quando chiamiamo un professionista non possiamo dire noi, a colui che abbiamo chiamato, come deve fare quell'azione che noi non sapevamo fare prima del suo arrivo. 

Quindi diamo  in mano ai professionisti e usiamo un pochino di umiltà che non guasta mai!

Intanto chi è GIUSEPPE TERMO?

Per facilitarti la conoscenza del mio ospite, ti lascio dei link dove potrai andare tu stesso a prendere le giuste informazioni.

Giuseppe Termo cerca il suo sito ufficiale da qui e cercalo su Facebook da qui


Giuseppe Termo di HS-Concepts su BlogAlMente

Ora andiamo a conoscerlo meglio!


ECCO DI COSA ABBIAMO DISCUSSO   


D- Ciao e benvenuto su BM – Digital Solution. Sei pronto a raccontarci qualcosa su di te? Dacci qualche notizia?

Buongiorno, innanzi tutto vi ringrazio per la vostra disponibilità, mi chiamo Giuseppe Termo, sono il titolare dell’azienda HS-Concepts con la quale mi occupo di gestione IT e Formazione informatica. Come in molti casi la mia attività nasce da una passione che nel tempo si è trasformata in lavoro con il quale cerco di trasmettere a chi si approccia al mondo della tecnologia il valore e il potenziale della stessa. Purtroppo, spesso ci ritroviamo con degli strumenti in mano di cui non conosciamo il loro reale impiego, ci limitiamo a farne un uso pari al 10% circa delle potenzialità che lo strumento stesso ha da offrire, “come dire leggiamo il titolo e crediamo di conoscere l’intero contenuto di un testo” per questo e tanti altri motivi che la formazione è un punto fondamentale nell’utilizzo delle tecnologie, ma anche per un rapido inserimento nel mondo del lavoro, oggi più che mai dove tutto viene digitalizzato.

Giuseppe Termo Formatore Informatico e Ceo di HS-Concepts


 D- La formazione spesso viene vista come un sinonimo di competenza. È veramente così o possiamo scindere le due cose?

SI! Formazione e competenza sono due lati della stessa medaglia, spesso sento dire la frase “si, so usare bene il computer” ma poi nei fatti si traduce in un uso memonico dei tasti da premere, senza la conoscenza di base per capirne la logica, o viceversa altre persone invece dicono di avere il certificato patente europea ma poi nei fatti peccano in tante azioni utili nel quotidiano lavorativo, ad esempio si procede con un giro assurdo per la creazione di una cartella o un semplice copia – incolla. Per questo cerco sempre di spiegare bene nei miei corsi qual è la logica che sta dietro un’operazione informatica, se si comprende la logica, il resto diventa solo un’evoluzione grafica dove i passaggi rimangono gli stessi e soprattutto diventa più facile sperimentare soluzioni alternative e più rapide nella risoluzione di un problema.

D- Quali sono gli strumenti che un corso di formazione ci offre? Sono tutti validi o dobbiamo valutare bene cosa facciamo?

L’offerta formativa nel tempo ha avuto un evoluzione costante in positivo e purtroppo anche in negativo, cioè prima di valutare cosa un corso ci può offrire bisogna capire che imparare richiede del tempo per cui bisogna sempre analizzare il rapporto tipologia di corso su numero di ore richieste per lo svolgimento, ad esempio se parliamo di patente europea, un corso fatto bene in presenza richiede almeno un minimo di 100 ore fino anche ad un massimo di 200 ore ( dipende dall’offerta formativa) è chiaro che se invece parliamo di un corso mirato ad un solo argomento, ovvio che il numero di ore si riduce o può anche aumentare in base all’argomento trattato. Sicuramente la cosa più giusta da fare e cercare un contatto prima di iscriversi ad un corso e chiedere spiegazioni sugli argomenti che si andranno ad affrontare, a tal proposito un corretto utilizzo della rete permette anche di avere delle opinioni da parte di chi ha già avuto modo di seguire lo stesso corso.

D- Quanto costa in media un corso di formazione e quali sono gli enti che, secondo lei, sono affidabili per fare un corso?

Il costo di un corso non è facile da quantificare, soprattutto oggi che siamo entrati nel vivo dell’era digitale dove ormai tutti, per necessità hanno iniziato a prendere confidenza con gli strumenti tecnologici, questo porta ad una grande varietà di proposte commerciali che si possono differenziare secondo le modalità di erogazione del corso stesso. In questo caso è possibile dividere le offerte formative in 3 diverse modalità: 1) la modalità oggi più conosciuta cioè la DAD dove docenti e discenti si incontrano su una piattaforma in modalità call-conference, in questo caso sarebbe la soluzione più costosa che può avere un prezzo a partire da 400 € – 600 € per una patente europea dove il costo va a coprire le spese di sostenimento della piattaforma, dell’ente organizzatore e del docente che impegna il suo tempo; 2) le videolezioni pre-registrate, questa forse è la forma più utilizzata e permette di avere da una parte l’abbattimento dei costi, con una media di 300€ a corso (parlando sempre di patente europea) ma dall’altra la mancata presenza del docente a cui sottoporre domande e approfondimenti, (in questo caso si perde la parte umana del corso); 3) la terza opzione è quella più economica in assoluto dove l’utente acquista solo l’iscrizione al corso dispense incluse, studia in proprio e quando pronto si presenta all’esame, sicuramente è anche la soluzione più veloce a discapito della comunicazione verbale presente nei primi due casi. Nel tempo sono nati molti corsi ed enti di formazione, ma anche piattaforme digitali in grado di unire domanda e offerta formativa, valutare un percorso di formazione o un ente non è semplice, ma in rete è facile reperire feedback su corsi ed enti più conosciuti come ad esempio EIPASS, AICA o PEKIT.

D- Ci vuoi parlare adesso dei tuoi progetti futuri? Come possiamo seguirti?

 In futuro mi piacerebbe creare una scuola digitale con un percorso formativo che a partire dallo standard richiesto, possa avere tutta una serie di skill in grado di far fronte alle molteplici problematiche che ritroviamo nel quotidiano lavorativo.


Chi meglio di Giuseppe ci poteva spiegare le dinamiche che ci sono dietro a un processo di formazione. Una formazione che a volte si scontra con quel classico pensiero tutto italiano, di saper esser sapienti in tutto. 

Questi dimenticano che una delle migliori frasi che è giunta sino ai nostri giorni, che pare sia appartenuta a Socrate, dice: " Il sapiente è colui che sa di non sapere". 

Invece quotidianamente ci scontriamo, anche noi operatori del marketing digitale, con quelle persone che cercano il tuo aiuto ma già hanno una loro idea su come potrebbero fare, perché gli è stato suggerito dall'amico o dall'amica. Perché ti chiamano, mi chiedo?

Grazie per aver accettato di dire la tua tra i membri selezionati da BlogAlMente per la sezione "Lab Solution".



Ti invito, qualora non l'avessi ancora fatto, a "REGISTRARTI GRATUTIAMENTE" 👇 Cerca il tasto "Iscriviti" e segui la procedura per la tua iscrizione gratuita!