Come e quando pubblicare un articolo sul tuo blog...


3 min letti
09 Jun
09Jun

Anche tu stai cercando un metodo, una tecnica, una strategia che ti consigli “Come e quando pubblicare un articolo sul tuo blog”. Se ti può consolare, non sei l’unico a porsi questa domanda, e prima o poi, ogni curatore di un blog si appresta a dover dare una risposta a questo quesito. E tutti, siamo andati alla ricerca su “Google”, di un metodo, di una formula che potesse darci una mano.
Presto però si scopre che non esiste una regola “Aurea” su questo argomento, ma esiste la regola che tu stesso ti puoi dare.

Infatti, in rete, sono presenti svariati articoli che ti consigliano di utilizzare un metodo a discapito di un altro. Metodi e strategia che si prestano però a mettere informazioni su quell’informazione già esistente e di converso, come spesso accade, anche grazie al web, si crea solo confusione.

Una miriade di informazioni a cui attingere ma non aiutano realmente. Per questo in molti, sulle chat di Whatsapp, di Messenger, o per email, in questi giorni mi stanno scrivendo per chiedermi un consiglio su ciò. Mi si chiede in sintesi, molto spesso, “Per avere più lettori devo pubblicare sempre?


Diciamo, che tutto sommato, questo è l’errore più comune che noi blogger facciamo. Siamo convinti, all’inizio, che più si pubblica e meglio è. In realtà, questa pubblicazione continua non ci porta da nessuna parte. Anzi, ci fa perdere solo tutto ciò che in precedenza si era costruito. Una pubblicazione eccessiva dei nostri contenuti, non solo sul sito ufficiale, ma anche sui social che adoperiamo, potrebbe far allontanare chi segue il prodotto. Bisogna, invece, pubblicare con delle giuste regole e con delle specifiche caratteristiche. Il pubblicare tanto per pubblicare non è costruttivo, anzi è dannoso per il brand.

Quindi su cosa bisogna basarsi?

Io partirei con l’organizzazione di un calendario di pubblicazione. Ossia, stabilire settimanalmente che tipo di contenuti pubblicare e soprattutto quanti se ne vuole rendere pubblici. Farei un documento in “Exel”, sul mio personal computer, dove inserisco tutte queste informazioni. Aggiornandolo ogni settimana.

Passerei, a creare un effetto sequenziale dei contenuti, di modo che l’utente trovi un discorso unico tra un articolo e l’altro. Cercherei anche di trovare delle fonti autorevoli che trattano il mio stesso argomento, e basterebbe fare una ricerca su “Google”sull’argomento che si è deciso di trattare, da inserire negli articoli, di modo che ciò possa aumentare il nostro grado culturale e professionale.

Una volta attuati questi passaggi, si può avviare l’iter organizzativo per una corretta pubblicazione, fermo restando, che una regola prettamente detta, come accennato, non esiste.
Però, per una corretta pubblicazione dei nostri contenuti, in prima analisi, possiamo fare riferimento alla legge in vigore in Italia, che sancisce le norme a cui attingere in materia di telecomunicazioni. Attualmente, nella penisola italiana, è in vigore la legge sui prodotti editoriali come quelli inerenti al web, la legge n. 62 del 7.03.2001. Ciò comporta che chi fa attività di blogging, deve attenersi a determinate regole che devono essere rispettate. In teoria, in ogni blog, ci dovrebbe essere una pagina dedicata a questo riferimento, come invece è presente su questo contenitore grazie allo spazio “Condizioni”, che puoi leggere da qui.

In questo spazio, oltre a definire i diritti e i doveri degli utenti su BlogAlMente, vi è una parte che fa nettamente riferimento alla legge sopra detta ed anche alle normative vigenti in termini di “privacy”. Inoltre è presente la dicitura: QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO NON VIENE AGGIORNATO CON PERIODICITA’.
Infatti, un blog, per essere chiamato tale, non può rapportarsi a pubblicare contenuti in continuità come se fosse una testata giornalistica. Ma dato che è un blog, è già la parola stessa che ci aiuta. Un blog è un contenitore delle nostre idee, e un diario dei nostri pensieri e per questo possiamo liberamente decidere quando e come pubblicare un articolo.

Oltretutto, coloro che non rispettano, queste norme, possono ricevere un blocco da parte dei maggiori strumenti di ricerca online, ed anche una multa amministrativa non indifferente. Tecnicamente, ti consiglio, di inserire le informazioni sopra dette per non fare in modo che tu possa perdere il percorso di crescita che hai iniziato.

Ma quanto pubblicare?

Il mio consiglio è quello di pubblicare con un certa costanza basata su giorni e orari prestabiliti, utilizzando perché no gli articoli programmati se il servizio dov’è inserito il tuo blog lo prevede. Pubblicare negli stessi giorni, e negli stessi orari, fa comprendere agli utenti e ai motori di ricerca, che il contenitore è aggiornato con periodicità e gli utenti sicuramente non smetteranno più di seguire il blog.

Non usare però una procedura statica e cerca di essere un pochino più flessibile, anche in base al tuo tempo libero, e ritagliati degli spazi durante la giornata di lavoro, di modo che ti possa dedicare anche ad altro. Ciò ti aiuterà a vivere, la tua passione, in maniera più libera e disinvolta.

Facciamo un esempio pratico


Guardando l’intera settimana dal lunedì alla domenica, io farei così: un articolo lunedì; un articolo mercoledì; uno venerdì; uno domenica. Nei giorni mancanti, utilizzerei i social come Facebook, per promuovere a un orario definito un post, un articolo, una pagina del blog. Su questo se mi scrivi una mail all’indirizzo blogalmente@gmail.com sono disposto a inviarti una guida gratuita che ti svela la mia tecnica personalizzata, chiamata “Realoted Post” (a breve gli dedicherò un articolo).

Cercherei di trovare un orario anche definito per la pubblicazione degli articoli. Basterebbe fare una ricerca tramite i dati rilasciati da Google Analytics, per comprendere quali siano gli orari più visitati del blog. Farei la stessa ricerca anche su i social utilizzati, per migliorare la promozione degli articoli.


Ma come farsi pubblicità?

Qui la domanda ha una facile risposta. Ti consiglio di usare i social network per aumentare la popolarità del tuo blog e su questo contenitore ho già scritto un articolo su questo argomento. Ti invito a leggerlo da qui: https://www.blogalmente.blog/blog/come-crescere-suii-social-network


Insomma alla base di tutto ci sta, la voglia di mettersi alla prova, la voglia di lavorare su stessi, e la voglia di attenersi a delle regole che nel lungo periodo, potrebbero fare la differenza.

Alessandro Bagnato 

Blogger/Copywriter  

 

Dott. In Filosofia e Scienze Umane

Ceo di BlogAlMente